PROVVEDIMENTI GARANTE PRIVACY

Il Garante in data 26 marzo 2020 si è espresso con un provvedimento riguardo alla protezione dati nella didattica a Distanza.

Sintesi delle decisioni assunte nei quattro consigli di aprile a seguito dei Provvedimenti del Garante:

  • La sottoscrizione di informative non è necessaria per le tradizionali attività di insegnamento svolte dai docenti utilizzando strumenti per la Didattica a distanza. Si utilizzano a distanza le modalità previste dal Garante e indicate dal Miur nelle note del 6 e dell’8 marzo 2020, riconducibili alla pagina Didattica a Distanza Nuovo Corona Virus.
  • La scuola, attraverso i consigli di classe, decide quali piattaforme utilizzare in ciascuna classe cercando di ridurre il numero della proposta agli studenti, e facendo in modo che le attività siano in linea con il Ptof.
  • Per le riunioni unitarie di videoconferenza è stata individuata dalla Direzione una piattaforma che garantisce di default alcune misure di sicurezza ed è di uso intuitivo. Pertanto le riunioni in collegialità organizzate dal dirigente seguiranno uno stesso protocollo di invito e di partecipazione canalizzata.
  • Anche per chi (poche situazioni di studenti che andranno a regime entro fine mese) utilizza strumenti in comodato è necessario attenersi all’utilizzo delle sole piattaforme vigilate dal Garante in Didattica a Distanza e fornite dalla scuola.
  • Si è preso atto della comunicazione del GDP/DPO di istituto del 1 aprile 2020 che reca l’indicazione di non utilizzare più la piattaforma ZOOM per le videoconferenze. Nel documento sono rammentate le misure di trattamento scolastico dei dati personali, dati sensibili e dati biometrici, tutti dati da trattare con le accortezze considerato l’uso diffuso del web.

Si allegano i Provvedimenti del Garante e la comunicazione del DPO di Istituto. https://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/9300784